Roma, 30 Novembre 1999

Seattle: il giorno della veritÓ sul commercio globale


In particolare evidenza sui principali giornali l'apertura del Millennium Round a Seattle, la conferenza dei 135 paesi membri del Wto, Worl Trade Organization, per ridefinire le regole del commercio globale per i prossimi anni.
In prima pagina su La Repubblica e su La Stampa Bill Gates, co-presidente del summit, sottolinea, nell'articolo La rivoluzione di Seattle, la portata storica dell'evento, che aprirÓ la strada a un "commercio equo, aperto e libero, favorendo lo sviluppo e il progresso in tutto il mondo". Il Corriere della Sera affida invece il commento all'economista Paolo Savona, che, nell'editoriale L'Europa c'Ŕ ma dorme, sottolinea il contrasto tra gli obiettivi di liberalizzazione economica della conferenza e l'instabilitÓ valutaria e finanziaria dell'Unione Europea, esemplificata dal deprezzamento dell'euro.

Nelle pagine di economia dei principali quotidiani, si continua a parlare anche del cosiddetto "sboom" dei titoli hi-tech e dell'imporsi di un atteggiamento selettivo da parte degli investitori che premia le aziende informatiche consolidate.

Sul versante della telefonia mobile, La Repubblica e Il Corriere della Sera danno la notizia che Telecom e la service provider Galactica, aggirando l'alt dell'Authority, stanno per lanciare Internet Veloce, un nuovo sistema di collegamento ad alta velocitÓ, denominato Adsl. Nelle pagine di economia del Corriere della Sera e del Messaggero, troviamo la notizia della gara che tutti i gestori di telefonia mobile dovranno sostenere, a gennaio, per ottenere la licenza alla commercializzazione dei nuovi cellulari a larga banda.

Sempre sul tema telefonia, Il Corriere della Sera, La Stampa e Il Messaggero informano sui risultati di una ricerca dell'Istituto Superiore di SanitÓ e dell'Istituto Nazionale di Geofisica, da cui emerge che le coccinelle applicate sui telefonini non proteggono affatto dalle onde elettromagnetiche. Quasi paradossalmente, il quotidiano diretto da Paolo Graldi riporta un'indagine internazionale, resa nota dal Cnr, che ha stabilito la non - pericolositÓ dei campi elettromagnetici.

Sulle pagine culturali della Stampa, sessantaquattro paesi si interrogano, in una serie di incontri, promossi dall'Unesco, che si terranno a Parigi a partire da oggi, sulla regolamentazione della Rete. Tra le posizioni, emerge una "terza via" che media tra controllo massiccio e anarchia della Rete.

Il giornale fondato da Eugenio Scalfari e Il Sole 24 Ore, infine, segnalano l'intervento del vicedirettore generale del comune di Roma, Mirella Gramaglia, sull'adeguamento informatico della capitale in vista del millennium bug. La Gramaglia ha assicurato che il primo gennaio i servizi principali della capitale funzioneranno regolarmente, con tutti i rischi di un giorno normale.