E-book: il mercato Ŕ virtuale (almeno per ora)

Niente Ŕ impossibile all'e-book

La tecnologia a servizio del copyright

L'e-book nello zaino

Questo week-end libri gratis

Questo week end libri gratis

di Amedeo Gianfrotta

A partire dal 24 febbraio gli amanti della lettura e delle nuove tecnologie avranno un indirizzo in pi¨ dal quale acquistare libri in formato elettronico: www.ebook.mondadori.com. Questo Ŕ l'indirizzo Internet del sito presentato ieri 20 febbraio 2001 in una conferenza stampa che si Ŕ tenuta a Segrate. Connettendosi al sito, il lettore, avrÓ la possibilitÓ di scaricare gratuitamente il software Microsoft Reader, che consente di utilizzare il proprio computer come se fosse un e-book vero e proprio e di scegliere tra un centinaio di titoli del catalogo Mondadori, dagli intramontabili classici della letteratura mondiale fino alle ultime novitÓ di narrativa e di saggistica. Lorenzo Garavaldi, responsabile del progetto per la casa editrice di Segrate, ha annunciato che, per festeggiare l'inaugurazione del sito, eccezionalmente il 24 e 25 febbraio scaricare libri sarÓ completamente gratuito. Da lunedý gli e-book saranno a pagamento anche se, com'Ŕ facile intuire, saranno pi¨ economici del loro equivalente cartaceo, il loro prezzo infatti varierÓ dalle 3000 alle 20000 lire. Per Dick Brass, vice presidente di Microsoft, la nuova iniziativa di Segrate, Ŕ il primo esperimento di libreria virtuale in Europa insieme ad uno analogo in corso in Francia. Il business model legato al prodotto non potrÓ che rivoluzionare il mercato editoriale e, soprattutto, i costumi. Ma Ŕ in particolare in ambito scolastico che gli e-book saranno destinati a stravolgere metodi e didattiche risolvendo anche l'annoso problema del peso dei libri didattici che ogni giorno gli studenti sono costretti a caricarsi sulle spalle. Anche se resta il problema legato al costo del lettore portatile che, almeno per il momento, Ŕ di circa 2500000 di lire.