Clicca su oggi in TV


LeStelle.net

Prendi le Stelle nella Rete è un progetto molto articolato che ha preso vita sin dal 1997. Ce lo illustra la dottoressa Caterina Boccato, responsabile del sito lestelle.net

Dottoressa Boccato, dal 1997, anno in cui l'iniziativa ha cominciato a prendere corpo, sono stati sviluppate diverse iniziative didattiche, come ad esempio il servizio in videoconferenza di consulenza astronomica gratuita. Quali sono stati i riscontri ottenuti?

La videoconferenza e anche la rubrica "l'astronomo risponde" sono una parte del sito Prendi le Stelle nella Rete, che ha la caratteristica di essere bidirezionale, cioè dà interattività: l'utente, in particolare i giovani a cui l'interattività piace moltissimo, può comunicare direttamente con noi. La videoconferenza solitamente è prenotabile da parte delle scuole, può essere tematica, quindi su un argomento specifico, oppure può essere domanda e risposta; queste ultime solitamente sono le più interessanti e le più stimolanti per i ragazzi. Finora ne abbiamo fatte circa un centinaio e abbiamo notato una notevole differenza nell'atteggiamento e nell'approccio che hanno i giovani rispetto ai loro insegnanti: i giovani vivono la videoconferenza in modo molto più naturale e semplice. Anche "l'astronomo risponde" è un'altra parte del sito in cui si può comunicare con gli astronomi via posta elettronica e nel corso dell'anno 2000, abbiamo risposto a circa 1500 domande di carattere astronomico.

Anche la Specola, sede dell'Osservatorio Astronomico di Padova, può essere raggiunta virtualmente, così come è possibile effettuare un viaggio nel cosmo da Galileo ai nostri giorni. Quale degli innumerevoli progetti ha riscosso maggiore successo e come si sono inserirti nel percorso didattico tradizionale?

La pietra miliare di "Prender le Stelle nella Rete" è il planetario virtuale, il modulo didattico per eccellenza. Nel complesso ci sono una trentina di moduli tematici che riguardano sempre l'astronomia e sono tutti facilmente inseribili nel percorso scolastico. Ci sono siti dedicati ai bambini molto piccoli delle scuole elementari, siti che servono soprattutto a mantener vivo l'interesse dei ragazzi per i temi riguardanti l'astronomia, i siti riguardanti l'eclissi di sole e di luna avvenuti rispettivamente nel '99 e nel 2001 che hanno riscosso moltissimo successo col pubblico; ci sono poi siti quali in cui si descrive il cielo visibile ad occhio nudo, sfruttato moltissimo dagli insegnanti per stimolare i ragazzi alle questioni astronomiche ma soprattutto per stimolarli a imparare a osservare il cielo.

Prendi le Stelle nella Rete