Clicca su oggi in TV


Prendi le stelle nella rete

di Renata Buonaiuto

Un progetto impegnativo quello intrapreso dall'Osservatorio Astronomico di Padova. Iniziato oltre un anno fa, nato dalla consapevolezza che la rete puo' divenire un ottimo strumento di divulgazione astronomica. A spiegarcelo il prof. Leopoldo Benacchio, astronomo, responsabile del progetto Prendi le stelle nella rete " Il progetto nasce nel '97, come progetto di didattica e divulgazione, a cui poi si affianchera' l'informazione, tramite le nuove tecnologie e la rete. Questo perche' da sempre l'astronomia utilizza i mezzi di calcolo e di trasmissione piu' attuali. La prima rete telematica italiana, lo ricordiamo fu realizzata nell'80, e fu proprio quella della astrofisica e della tecnica nucleare". Un rinnovato interesse per questa nuova espressione didattica. Un Planetario Virtuale, costituito da 27 moduli didattici, 800 pagine di testo, centinaia d'immagini e di disegni, decine di filmati oltre ad esperimenti ed osservazioni virtuali. La platea di utenza: scuole medie inferiori e superiori. Quali i risultati e quali i problemi rilevati? "Il progetto utilizza le nuove tecnologie perche' fin dall'inizio," continua il prof. Benacchio," appare evidente come la rete possa cambiare le regole del gioco. L'insegnante non e' piu' costretto alla lezione frontale, ma puo' inserire l'utilizzo dell'aula informatica all'interno della sua produzione scolastica, ed il ragazzo puo' scandire i suoi tempi di apprendimento". Ed oltre alla didattica, oltre alla formazione anche la semplice ma fondamentale informazione ecco dunque l'ultimo nato Urania, un notiziario settimanale di Astronomia ed Astronautica, da leggere ma anche da ascoltare ."