Clicca su oggi in TV


A riveder le stelle

di Renata Buonaiuto

Un viaggio attraverso la rete alla scoperta tattile dell'universo. Il sito a Riveder le stelle, e' il primo spazio di divulgazione astronomica dedicato a tutti gli utenti non vedenti presenti in rete. Un nuovo modo per favorire questa conoscenza, ma anche per avvicinare questa categoria ad una realta' per altri versi incomprensibile. Ma come immaginano gli astri e le stelle, quanti non hanno mai potuto vedere il mondo circostante? "Quando si parla d'immagini,", ci spiega Enzo Dall'Igna, centralista dell'Osservatorio Astronomico di Padova, nonche' primo utente oltre che collaudatore del progetto, "un non vedente deve rifarsi alla descrizione che delle stesse immagini vengono a lui fatte. Nel caso degli astri il discorso e' semplificato perche' quest' ultime sono povere di particolari. Il fatto piu' strano per noi, e' rappresentato dalla scelta di produrre un oggetto sferico come un pianeta, su un foglio, come una figura piana, questo a noi non verrebbe mai in mente". " Il valore didattico" prosegue Dall' Igna "e' in primo luogo dato dal fatto che le immagini, giungono direttamente dalla fonte ufficiale, e quindi dai telescopi e, in piu' sono elaborate da un software che ne consente l'autonoma gestione" .

Le nuove tecnologie hanno sicuramente contribuito a superare molte barriere, ed anche il concetto di spazio, generalmente di difficile definizione, ha trovato una spiegazione collettiva. Cambia dunque il modo di percepire e di vivere, ma quali sono concretamente le possibilita' di utilizzo? Lo abbiamo chiesto ancora all' astrofilo Enzo Dall'Igna, " In concreto le possibilita' di utilizzo sono molteplici, si possono ad esempio sfruttare per la rappresentazione e la descrizione di altri generi d'immagini. Ma Internet ci apre anche altri orizzonti come quello della lettura di libri e di giornali, opportunita' queste impensabili anche solo qualche anno fa".