Roma, 15 Giugno 2001
Ore 14:15
stampa
chiudi

Falsi medicinali in Rete

Cinque aziende che offrivano sulla Rete falsi prodotti miracolosi in grado di curare qualsiasi malattia, dall'Aids al cancro, hanno raggiunto un accordo con il Governo federale. Accusati di truffa aggravata, dovranno smettere di pubblicizzare i prodotti incriminati, rimborsare i clienti e pagare multe salate.Tra i falsi medicinali miracolosi, la Federal Trade Comission (Ftc) ha indicato in particolare le costose cure a base di erbe che eviterebbero il ricorso agli interventi chirurgici e alla chemioterapia, l'ormone Dhea e l'"erba di San Giovanni" (St. John's Wort), che interferisce con le cure anti Aids e costituisce un rischio per le donne incinte. L'Ftc ha invitato i consumatori a diffidare delle pubblicità contenenti termini quali "rivoluzione scientifica", "cura miracolosa", "prodotto esclusivo", "ingrediente segreto" e "antico rimedio". (Ansa)