Roma, 16 Maggio 2001
Ore 10:45
stampa
chiudi

Protesta online contro Grauso

Una nuova forma di protesta contro il cybersquatting ovvero l’accaparramento indiscriminato di domini web e contro Niki Grauso, l’imprenditore sardo che l’anno scorso ha registrato 500mila domini con i nomi di persone note e comuni. Un giovane, che ha trovato un sito con il suo cognome giÓ registrato, gli ha restituito la cortesia registrando a sua volta in Inghilterra il dominio www.grauso.co.uk e dedicandolo proprio alla protesta verso chi si appropria di nomi altrui: il cognome dell’imprenditore Ŕ stato, infatti, scomposto in Gr.a.uso che sta per “Gruppo attenti nell’uso”. (Ab)