Roma, 9 Marzo 2001
Ore 11:41
stampa
chiudi

Pirati all’attacco dell’e-commerce Usa

Le industrie americane sono il bersaglio di ripetuti attacchi dei pirati informatici europei che prendono di mira soprattutto i siti di commercio elettronico, sottraendo i file che contengono le informazioni sui clienti e i numeri delle carte di credito. A lanciare l’allarme in un comunicato Ŕ l’Fbi, che ha individuato una quarantina di siti attaccati e tiene ora sotto controllo vari gruppi di hacker in Europa dell’est, soprattutto in Russia e Ucraina. I pirati hanno approfittato della vulnerabilitÓ del sistema operativo Windows Nt di Microsoft per introdursi nella memoria remota dei siti. Una volta all’interno del sistema informatico delle industrie, i pirati prelevano i dati riservati e contattano poi il sito proponendo la restituzione delle informazioni in cambio di soldi o di un’ingaggio come esperti di sicurezza informatica. In alcuni casi, aggiunge l’Fbi, i file possono essere venduti al crimine organizzato. (elg)