Roma, 2 Marzo 2001
Ore 9:37
stampa
chiudi

Sparlare delle aziende in Internet lecito

Parte dagli Stati Uniti uno dei temi pi interessanti nell’universo Internet: la tutela dalle critiche on line. L’ azienda di software Global Telemedia International, aveva accusato Barry King, alias 'Bdaman609' e Ron Reader, alias 'Electric_Man', di aver espresso commenti eccessivamente negativi sull'azienda al punto da denunciarli per diffamazione. Il giudice David Carter ha invece deliberato che i due uomini avevano tutto il diritto di esprimere le loro opinioni sull'azienda. Da parte del giudice statunitense non sono stati riscontrati gli estremi per un'accusa di diffamazione, cosa che invece prevista per la divulgazione di informazioni false. Gli esperti delle comunicazioni via Internet sostengono che la sentenza del giudice Carter puo' costituire un valido antecedente per coloro che sono stati citati in giudizio per casi simili. In Italia un caso analogo di recente avvenuto nella Altana, l'azienda trevigiana di Marina Salamon, dove un' impiegata si lamentata del carattere nervoso di un suo superiore e ha inviato un' e-mail ad un'amica scrivendole in diretta la frase liberatoria "Giornata nera, la capa sta sclerando". (Ansa)