Roma, 27 gennaio 2000

Scoperto il sistema di aria condizionata nei cavalli

chiudi

Arriva dal Canada una straordinaria scoperta che riguarda i cavalli: per frenare il calore prodotto dal galoppo veloce, il cervello di questi animali sarebbe dotato di un sistema di aria condizionata. Secondo la ricerca, riportata sul giornale Nature, consultabile da Web, alla base del cranio un sistema, comune anche a zebre, tapiri e pipistrelli, raffredderebbe il sangue che sale al cervello. La loro testa, infatti, deve mantenere una temperatura al di sotto dei 40 gradi per non incorrere in danni cerebrali. Se questo gli scienziati lo avevano appurato da tempo, rimaneva un mistero il sistema usato per il raffreddamento, dal momento che, fino ad ora, gli scienziati non avevano riscontrato analogie con i meccanismi attuati da altre specie. Il segreto, scoperto da Keith Baptiste e dai suoi colleghi dell'UniversitÓ di Sasketchewan, Saskatoon, in Canada, risiede nella funzione dei due sacchetti della carotide, l'arteria che porta il sangue al cervello, scoperti giÓ a fine 700. Il calore prodotto dall'animale, infatti, si va a deporre in questi sacchetti di circa 300 - 500 ml di capienza in cui avviene il raffreddamento.(Bbc)

chiudi