Roma, 02 marzo 2000
ore 17:35

GB: moratoria per il cibo di Frankestein?

chiudi

Uno stop di almeno cinque anni alla sperimentazione, coltivazione e importazione di alimenti e piante geneticamente modificati. Lo ha chiesto al governo inglese un'organizzazione che rappresenta tre milioni di consumatori. A riaprire il dibattito sul cibo transgenico e'stata la conferenza internazionale di Edimburgo organizzata dall'Oecd, Organization for Economic Cooperation and Development. Melena Paul, presidente della campagna anti biotecnologie, ha detto: "Fa piacere sentire che Tony Blair vuole procedere con cautela nei confronti degli alimenti transgenici, perche' significa anteporre la sicurezza e la salute delle persone agli interessi economici. Per un lungo periodo, invece, e' sembrato che il governo inglese non fosse disposto ad ascoltare l'opinione pubblica". (Wired)

chiudi