Roma, 2 gennaio 2001
ore 16:42
stampa
chiudi

Critiche sui nuovi suffissi

I sette nuovi suffissi varati dall'Icann lo scorso novembre non stanno riscuotendo il successo sperato e contro l'autorità che gestisce la registrazione dei nomi di dominio fioccano le critiche. Gli americani Bob Rankin, autore di numerosi libri di informatica, ed Ellen Rony, coautrice del best seller "Domain name handbook" ("Il manuale dei nomi di dominio"), ritengono che le novità appena introdotte - le estensioni biz, info, name, pro, museum, aero e coop - non solo non serviranno a risolvere i problemi ma creeranno ulteriore confusione. Un suffisso per gli affari, per esempio, esiste già ed è com: l'introduzione di biz (business) e di pro (professional) accrescerà il numero delle controversie legali e non farà aumentare lo spazio disponibile in rete perché molti di quelli che già hanno un indirizzo com registreranno anche altri indirizzi per tutelarsi dai cybersquatter. Anche i domini coop e museum sembrano superflui in quanto esistono già org e edu. Il suffisso aero arriva troppo tardi: quale compagnia aerea non ha già aperto un dominio com? E cosa impedirà, infine, agli operatori commerciali di aprire siti informativi con estensione info creando confusione tra gli utenti? (gar)