Roma, 11 dicembre 2000
ore 12:00
stampa
chiudi

Un software per la chirurgia dell'occhio a mandorla

Un gruppo di ricercatori dell'Università tecnologica Nayang di Singapore sta sviluppando un software che riproduce l'occhio asiatico e che servirà per le esercitazioni di chirurgia oculistica. Attualmente la pratica chirurgica viene svolta sui globi oculari degli animali ma è un procedimento costoso, perché i tessuti non possono essere utilizzati più di una volta, e non del tutto affidabile, perché le patologie degli animali non sono identiche a quelle che colpiscono gli uomini.

Negli Stati Uniti esiste già un programma di realtà virtuale per la chirurgia oftalmica ma gli scienziati di Singapore intendono sviluppare un'applicazione finalizzata, in modo particolare, al trattamento delle patologie più diffuse nella regione e realizzare una perfetta simulazione dell'occhio orientale, dalla caratteristica forma a mandorla. Successivamente il programma dovrebbe includere modelli di occhi di tutte le razze. La città stato di Singapore è, infatti, una società multietnica con una popolazione mista di cinesi, indiani e malesi. (gar)