Roma, 15 novembre 2000
ore 13:16
stampa
chiudi

Lastre via e-mail, paziente salvata

Un chirurgo inglese ha salvato la vita di una paziente mentre si trovava su un treno a 200 miglia di distanza, grazie a un computer connesso in rete via cellulare. Il dottor Ahmed Samy, che stava tornando da un convegno a Edimburgo, Ŕ stato avvertito dai suoi assistenti dell'aggravarsi delle condizioni di una donna ricoverata nell'ospedale di Grimsby, nell'Humberside: il caso richiedeva, probabilmente, un intervento d'urgenza ma, per autorizzarlo, era necessario che uno specialista valutasse le lastre. In pochi minuti le foto a raggi X sono state spedite al portatile del medico che ha potuto fare una diagnosi e dare istruzioni ai colleghi per posta elettronica. Si trattava di un caso di vita o di morte, che richiedeva una diagnosi tempestiva; l'operazione Ŕ andata bene e ora la malata Ŕ fuori pericolo. Il portavoce dell'ospedale, intitolato alla principessa Diana, ha commentato con soddisfazione l'episodio: "il sistema sanitario nazionale ha investito milioni di sterline nelle nuove tecnologie e questa Ŕ la prova della loro utilitÓ per i pazienti". (gar)