Roma, 18 Settembre 2000
ore 14:00

Arriva l'auto elettrica "fai da te"

stampa

chiudi

Auto elettrica? Fai da te. Basta recuperare la carcassa di una vecchia auto e riempirla dei congegni adatti, seguendo le istruzioni recuperate magari via Internet. Il tutto richiede circa 200 ore di tempo ed una cifra variabile tra i 4 ed i 18 milioni di lire. Come riuscire nell'impresa e' spiegato dal settimanale di Legambiente ''La nuova ecologia''. Quattro sono i passi necessari. Per prima cosa e' necessario recuperare il corpo di un'auto ''donatrice'', che puo' essere di qualsiasi modello. Poi occorre comprare un buon libro, come ad esempio 'Convert it' di Mike P. Brown, un meccanico che racconta la sua esperienza passo passo. Successivamente, il volenteroso costruttore autodidatta dovra' navigare su Internet cercando un sito dove trovare i materiali giusti (ad esempio: www.electroauto.com). Infine, bisogna attrezzarsi, anche economicamente, per l'impresa. La prima cosa da fare e' svuotare la vecchia auto, togliendo il motore con carburatore, candele e cilindri, trasmissione e cambio, coppa dell'olio, serbatoi, tubo di scappamento, marmitta, radiatore, motorino d'avviamento. A questo punto inizia l' impresa: circa 200 ore di lavoro, se non si e' specialisti, ed una somma che puo' variare tra i 4 (se si acquistano componenti usati) ed i 18 milioni di lire (se si compra il ''kit del perfetto convertitore''). (Ansa)

chiudi