Scheda di approfondimento Chiudi

Le funzioni del linguaggio secondo Jakobson

Dobbiamo ancora a Roman Jakobson una fortunata teoria delle funzioni del linguaggio verbale, in cui egli eredita e sistematizza una preesistente tradizione di studi in ambito linguistico. In tale teoria, Jakobson assegna a ciascun elemento del processo comunicativo una particolare funzione comunicativa, che si manifesta nelle forme e nei contenuti del messaggio. Pi precisamente, il rapporto tra elementi comunicativi e funzioni si articola secondo questo schema:

Mittente Funzione Emotiva
Contesto Funzione Referenziale
Messaggio Funzione Poetica
Contatto Funzione Ftica
Codice Funzione Metalinguistica
Destinatario Funzione Conativa

La funzione emotiva (o espressiva) esprime l'atteggiamento dell'emittente riguardo ci di cui sta parlando. La funzione referenziale relativa al rapporto tra il messaggio e il mondo, ed evidenzia il fatto che un messaggio parla di qualche cosa. La funzione poetica relativa all'organizzazione interna del messaggio, e riguarda il modo in cui esso realizzato e strutturato. Questa funzione prevalente nei messaggi poetici, in cui viene dedicata la massima attenzione alla struttura formale ed all'organizzazione interna. La funzione ftica esprime in un messaggio l'impegno a garantire il contatto (un classico esempio di messaggio con funzione ftica la formula Pronto? che si dice rispondendo al telefono). La funzione metalinguistica riguarda la presenza all'interno del messaggio di elementi orientati a definire il codice stesso, ed prevalente in tutti quei casi in cui si chiedono e si forniscono chiarimenti sui termini, sulle parole e sulla grammatica di una lingua. La funzione conativa, infine, esprime in messaggio la tendenza ad avere degli effetti extralinguistici sull'emittente, effetti cio che non si limitano alla pura comprensione linguistica; sono ad esempio messaggi conativi gli ordini, i consigli, le preghiere e le suppliche.

Occorre tenere presente che queste funzioni non sono mai presenti allo stato puro, per cos dire, in un messaggio. Ovvero, non esiste un messaggio che sia esclusivamente poetico, o esclusivamente referenziale. Anzi, in generale ogni messaggio svolge tutte le funzioni. Tuttavia in ciascun messaggio esiste sempre una funzione prevalente rispetto alle atre, ed essa determina il carattere funzionale complessivo del messaggio stesso. Ad esempio nella lingua quotidiana prevale la funzione referenziale, cio la tendenza a parlare di qualche cosa. Ma allo stesso tempo si cerca sempre di comunicare i contenuti in modo formalmente curato, e spesso si esprime anche la propria posizione riguardo quei contenuti. Allo stesso modo, un componimento poetico caratterizzato da una prevalente cura formale e linguistica, ma non mai assolutamente privo di contenuto.

Chiudi