Dalla
        TV alla rete RAI
        Educational

Guerra alle cyber-vignette

Bush jr.querela un sito irriverente


Satira e Internet, un rapporto difficile. George Bush junior, candidato repubblicano alla Casa Bianca e figlio dell'ex presidente, ha querelato il vignettista Zack Exley per il contenuto di un sito dedicato alla parodia delle pagine ufficiali messe in rete dal candidato.

A scatenare l'ira di Bush Junior un fotomontaggio. Il leader repubblicano viene raffigurato mentre sniffa cocaina. L'accusa Ŕ chiara: stupida ipocrisia. Il riferimento Ŕ a una storia di droga nella quale sarebbe stato coinvolto il figlio del presidente nel 1974. George Bush junior, oggi invece, mette al centro del suo programma elettorale proprio l'inasprimento delle pene contro i consumatori di droga.

Ma l'attacco virtuale all'onorabilitÓ dei politici non si ferma all'attuale numero uno dei repubblicani. L'autore dell'ultimo attacco a Bush Ŕ lo stesso del Allgore  dedicato al vice di Clinton, il democratico Al Gore, anch'egli in corsa per la Casa Bianca. Una sorta di par condicio della satira. L'attuale vicepresidente viene descritto come un personaggio banale ed anonimo. Un trattamento, comunque, sicuramente meno duro rispetto a quello riservato al falco Bush.

puntate
torna a calendario
search

back

home
        page

torna a inizio pagina