Torna alla biblioteca

id=223
    Giovanna Melandri

    Intervista

    La politica italiana e le nuove tecnologie della comunicazione Napoli, Convegno Telecom, 4 luglio 1997

    Biografia

    Nata a New York il 28 gennaio 1962, si Ŕ laureata in Economia e Commercio, con una tesi sulla riforma fiscale di Reagan del 1981.

    Dal 1983 al 1987 ha lavorato all'Ufficio Studi della Montedison coordinando un gruppo di lavoro sulla politica industriale e tecnologica.

    Responsabile dell'Ufficio Internazionale della Legambiente dal 1988 al 1994, ne ha coordinato il Comitato scientifico. Ha contribuito alla stesura del Piano Occupazionale e della proposta di riforma fiscale di Legambiente.

    Ha fatto parte della delegazione italiana alla Conferenza di Bergen sullo Sviluppo sostenibile del 1990, indetta dalla allora primo ministro norvegese, Bruntland, e nel 1992 della delegazione italiana alla Conferenza ONU di Rio de Janeiro su Ambiente e Sviluppo del 1992, durante la quale ha seguito i lavori preparatori per l'approvazione della Convenzione sul clima e della Convenzione sulla biodiversitÓ.

    Dal 1982 fa parte del Direttivo della Legambiente e dal 1989 Ŕ membro della Segreteria nazionale.

    Dal 1991 Ŕ membro della Direzione nazionale del PDS e dal giugno del 1996 Ŕ membro dell'Esecutivo e responsabile del settore Politiche della Comunicazione del Partito.

    Nel marzo 1994 Ŕ stata eletta per la prima volta alla Camera dei Deputati con i progressisti a Roma, e alle elezioni del 21 Aprile 1996 Ŕ di nuovo eletta alla Camera dei Deputati.

    Nella XII legislatura ha fatto parte del Comitato Direttivo del gruppo Progressisti - federativo ed Ŕ stata responsabile del gruppo di lavoro sulla bioetica (seguendo l'iter delle leggi sui trapianti e sulla procreazione assistita). E' stata membro della Commissione Esteri, della Commissione speciale Infanzia e Presidente del Comitato Diritti Umani.

    Nella XIII legislatura Ŕ membro, per il gruppo Sinistra Democratica - L'Ulivo, della Commissione Cultura e della Commissione di Vigilanza sulla RAI.

    Come responsabile del settore Politiche della Comunicazione del Pds, il suo impegno prevalente nella XIII legislatura Ŕ rivolto alla definizione di nuove regole per il sistema radiotelevisivo e per la liberalizzazione del settore delle telecomunicazioni, alla riforma delle leggi sull'editoria e sull'Ordine dei giornalisti e alla riscrittura di leggi di settore per la prosa, il cinema e la musica.

    E' intervenuta su Internet e sul ruolo della politica nei confronti della rete ( http://www.pds.it/ForumD&R/Melandr.htm ).

    E' stata tra le promotrici, nella XII legislatura, della legge contro la violenza sessuale e nella XIII legislatura ha presentato proposte di legge in materia di adozioni, bioetica, fecondazione assistita e divieto di estradizione verso i paesi che praticano la pena di morte. Ha inoltre presentato una proposta di modifica del codice di procedura penale in materia di esami di comparazione dell'identitÓ genetica.

    Dal 1995 Ŕ Presidente di Madre Provetta , un'associazione impegnata nella lotta contro le spregiudicate applicazioni delle tecniche di riproduzione medicalmente assistita, presso la quale Ŕ stato attivato il servizio di informazione telefonica per il pubblico denominato "Telefono Cicogna".



    Bibliografia

    Pubblicazioni:

  • Dal 1989 al 1994 ha curato "Ambiente Italia", rapporto annuale sullo stato dell'ambiente in Italia, realizzato dagli esperti di Legambiente.
  • Dal 1989 al 1993 ha curato una collana di libri sull'ambiente per la casa editrice Franco Angeli.
  • Ha curato dal 1986 al 1991 la versione italiana di World Watch Magazine , il bimestrale del World Watch Institute di Lester Brown. Negli stessi anni ha fatto parte dell'Editorial Board di Tomorrow , mensile ambientalista internazionale e del comitato di Direzione della rivista La Nuova Ecologia .